News

  • Titolo di accoglimento in cimitero ed atti di disposizione tardivi.
    by necroforo on 8 Luglio 2020 at 13:13

    L’accoglimento istituzionale in un cimitero esclude a priori un rapporto concessorio (altrimenti saremmo dinnanzi alla sepoltura privata, istituto diverso e regolato da altre norme di cui al Capo XVIII – Artt. 90 e 93 del D.P.R. 285/1990) e si estrinseca, ope legis, in queste forme di trattamento:   inumazione in campo comune per i cadaveri (art. 337 T.U. Leggi Sanitarie), sversamento in cinerario comune per le ceneri (art. 80 comma 6 D.P.R. n. 285/1990, deposizione in ossario comune per le ossa (artt. 67 . e 85 D.P.R. n. 285/1990), interro supplementare per almeno 5 anni in campo indecomposti per esiti da fenomeno cadaverico di tipo trasformativo conservativo (art. 86 comma 2 D.P.R. n. 285/1990).   Ossa, corpi inconsunti per effetto di saponificazione, » Leggi il resto

  • CoVid-19: esumazioni ed estumulazioni: quale procedura seguire?
    by necroforo on 8 Luglio 2020 at 3:21

    Gli artt. 83 ed 88 del Regolamento Nazionale di Polizia Mortuaria – D.P.R. 10 settembre 1990 n. 285 -richiedono l’asistenza del coordinatore sanitario (profilo, quest’ultimo abrogato dal D.Lgs n. 502/1993) quando si debba procedere ad esumazioni e ad estumulazioni straordinarie. Ammettiamo, nemmeno tanto per assurdo, il disseppellimento, dopo pochi mesi di sepoltura, di un feretro coVid. 19 positivo.  La presenza di tale figura non è invece richiesta per le estumulazioni e le esumazioni ordinarie. Tuttavia, l’art.83, nel dettare il protocollo per l’esumazione straordinaria si limita a richiedere la presenza di personale sanitario, in funzione di vigilanza e supervisione, mentre l’art. 88 che inquadra l’altra fattispecie assegna al fu coordinatore sanitario (oggi genericamente vigilanza sanitaria) un duplice compito: a. constatare la perfetta tenuta » Leggi il resto

  • CoVid-19 e scheda ISTAT, quali le novità?
    by necroforo on 7 Luglio 2020 at 2:44

    In tempi amari di pandemia da CoVid-19 tutte le procedure standard sembrano saltate o annullate per l’emergenza sanitaria, eppure, l’Istat pare aver posto un po’ d’ordine, chiarendo per il corona-virus la classificazione per la corretta attribuzione della causa di morte, attraverso la diffusione di un importante prontuario per i soggetti istituzionalmente preposti alla redazione della “famigerata” scheda istat.   L’obbligo della compilazione della scheda di morte compete al medico curante (art. 1, comma 1 D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285) o, per i casi di decesso senza assistenza medica, al medico necroscopo (comma 4 stesso art. 1). Si veda anche la non più recentissima circolare istat n. 3 prot 736 del 18.01.1995.   Va ricordato come l’art. 103, comma 1, » Leggi il resto

  • Atto di Concessione Cimiteriale: come calcolare la decorrenza del rapporto concessorio?
    by necroforo on 6 Luglio 2020 at 12:47

    La formazione, con relativa sottoscrizione tra le parti contraenti, di un regolare atto di concessione (che ha natura para-contrattuale, in quanto non gestibile nella piena autonomia garantita dall’ordinamento ai negozi giuridici prettamente privatistici) è espressamente prevista dall’art. 98 D.P.R. 10 settembre 1990, n. 285 quale condizione essenziale per la sussistenza di una concessione d’uso di sepolcri privati, quale ne sia la tipologia, incluso quindi quella che abbia per oggetto un posto a tumulazione singola (loculo). Va tenuta anche presente la risoluzione dell’Agenzia delle entrate n. 149/E dell’8 luglio 2003 con cui è stato ribadito, ove necessario, che le concessioni cimiteriali hanno decorrenza dalla stipula del relativo regolare atto di concessione oppure da quella, eventualmente, successiva che sia, espressamente, prevista nell’atto » Leggi il resto

  • Furti e danneggiamenti al cimitero
    by necroforo on 6 Luglio 2020 at 3:29

    Leggiamo sulle pagine on line  de: “IL Dolomiti”, un grave fatto di cronaca funeraria, con risvolti penalistici: BLEGGIO SUPERIORE. Da tempo erano giunte segnalazioni all’amministrazione comunale di Bleggio Superiore ed alla polizia Locale ed in merito al reiterato furto di fiori e piccoli danneggiamenti dalle lapidi.   Molti cittadini che si recavano a rendere omaggio ai cari defunti trovavano le tombe danneggiate, in altri casi sparivano fiori e candele. Il danno ovviamente non è tanto economico, bensì morale dal momento che chi si reca a trovare i defunti si trova a fare i conti con un ladro seriale.   Questi gesti odiosi, che per ovvi motivi arrecano molto fastidio a chi si reca in visita, sono avvenuti in vari cimiteri della zona, » Leggi il resto

  • Giusto due parole sui registri cimiteriali
    by necroforo on 5 Luglio 2020 at 2:08

    Al Congresso generale d’igiene svoltosi a Bruxelles nel settembre 1852 (l’altro ieri…appunto!), sulla Questione III, art. 2, si deliberava, tra l’altro, quanto segue: ‘ ‘ ‘ § 12. L’Autorità amministrativa dovrà tenere esatto registro del luogo, e della data di ogni sepoltura fatta, dietro un modello che verrà dato. ‘ ‘ ‘ La normativa nazionale, a partire dal R.D. 8/6/1865, n. 2322, ha costantemente previsto quelle registrazioni che oggi sono contemplate dall’art. 52 D.P.R. 10/09/1990, n. 285, con questa conseguenza: dovrebbe sempre risultare quali siano i feretri, le ossa o le ceneri i tumulati in un dato sepolcro privato, quale ne sia la tipologia costruttiva, recettiva o la durata; tanto piu’ che per ogni tumulazione dovrebbe essere stata documentato, ed » Leggi il resto

  • Vendita di sepolcri privati? (con molta cautela, c’è chi dice… “NI”)
    by necroforo on 4 Luglio 2020 at 0:08

    Va, subito, precisato che l’area cimiteriale e, per attrazione, i sepolcri privati nei cimiteri, in essa sussistenti, fanno parte del demanio comunale, specifico e necessario; e tale condizione ne comporta l’inalienabilità, l’inespropriabilità, la non usucapibilità e la non commerciabilità.   Tuttavia la “trasferibilità” dello jus sepulchri , per atti tra privati, rinverrebbe il proprio, intrinseco limite in riferimento alla perpetuità o meno della concessione, a seconda delle epoche e delle discipline normative, sotto il cui imperio, furono stipulati gli atti concessori; infatti prima del D.P.R. n. 803/1975 (entrato in vigore il 10.02.1976) sarebbe anche stata prevista la trasmissione a terzi di tale diritto (1), ragion per cui per quelle concessione antecedenti, parte della giurisprudenza e della dottrina, considerando la alienazione del » Leggi il resto

  • Fossa comune bambini in Polonia: riti magici o solo abitudini pagane?
    by necroforo on 3 Luglio 2020 at 2:05

    Un team di esperti archeologi, scavando con alacrità, ha portato finalmente alla luce una fossa carnaia risalente al periodo tra il ‘500 e il ‘600, ritrovata in mezzo agli scavi per la costruzione di un’autostrada nei della città di Nisko, in Polonia. l’enorme buca contiene 115 scheletri di bambini, alcuni con una moneta dentro la bocca. Secondo gli studiosi potrebbe trattarsi di un cimitero infantile di cui parlano alcune antiche leggende della zona. Lo ha reso noto il centro Culturale del municipio di Jezowe. “Basandoci sull’osservazione dei resti archeologici finora rinvenuti, possiamo concludere che il 70-80% dei corpi appartenessero a bambini”, hanno specificato gli esperti della società di Autostrade Nazionali ai media polacchi. Il fatto appartentemente inquietante è che tra » Leggi il resto

  • Anche la parrocchia può esser titolare dello Jus Sepulchri (orientamenti giurisprudenziali in itinere)
    by necroforo on 2 Luglio 2020 at 11:50

    Attingo sempre ad alta ed erudita dottrina (Dante Buson sulle pagine de: Lo Stato Civile Italiano) per affrontare, con un breve commento, l’eterno, efferato problema, per noi beccamorti gestori di impianti cimiteriali, della concessione di spazi sepolcrali ad enti religiosi, congreghe, confraternite… Spesso, infatti, questi pre-esistono all’assetto del nostro sistema funerario post-unitario. Per enti ecclesiastici s’intendono gli enti di religione o di culto riconosciuti come persone giuridiche nell’ordinamento statale, per quelli di orientamento cattolico-romano si veda soprattutto la Legge n. 222/1985, di riordino complessivo della loro articolazione,, dopo la riforma, ottenuta con il Concordato c.d. Craxi-Casaroli, dei Patti Lateranensi. Non più recentemente, ma nemmeno in epoche remote, il T.A.R. della Campania (Salerno, Sez. II, sentenza 16 febbraio 2015, n. 381.) » Leggi il resto

  • Gettate ceneri umane nel bidone della spazzatura
    by Redazione on 2 Luglio 2020 at 3:39

    Di recente al cimitero di Montebelluna qualcuno avrebbe gettato le ceneri di un defunto non nel cinerario comune come richiesto dalla famiglie, ma nel bidone della spazzatura, davanti ai congiunti attoniti. Un fatto grave sul quale ora interviene il Comune di Montebelluna tant’è che il sindaco ha chiesto al Comandante della Polizia locale di procedere con un’inchiesta giudiziaria, visto che questo compito rientra tra quelli ausiliari affidati alla Polizia Locale. A tal fine saranno ascoltati tutti coloro che hanno una qualche forma di conoscenza dei fatti.» Leggi il resto

 

 

 

Lascia un commento